Cazzate, Post

Chiappe d’acciaio, ne voglio un paio

Seguendo il mio consiglio (una volta tanto che seguo un mio consiglio) mi sono iscritto in palestra.

Svolgo le formalità documentali per accedere alla sala pesi. Mi propongono corsi di spinning, arti marziali, body pump, altra roba con nomi insensati e anche “gag”, roba che se non ricordo male in inglese significa “avere i conati di vomito”.

Declino le offerte e ribadisco la mia necessità di dover solo sollevare una valigetta della decathlon, portarla a casa e avere la necessaria forza per usarla. Davvero, non ho bisogno di altro.

Entro in sala pesi. Un omone gigante che non riesce nemmeno a tenere le braccia lungo i fianchi e che sembra aver avuto una reazione allergica si aggira fra i macchinari. Ha le gambe di un bambino di 8 anni, depilate e secche, se mi dovesse aggredire uno così, io gli faccio il solletico alla caviglia e lo stendo.

Una signora di 50 anni si circonda di dischi di ghisa, se li mette sulla pancia a turno e solleva il culo da terra. Non ho idea di che muscoli voglia rinforzare con questo allenamento, faccio finta di niente a passo oltre.

Cerco l’istruttore. È un tipo con delle tette che farebbero invidia a molte donne e dei pantaloncini attillati che spero nessuno abbia mai il coraggio di invidiare. Mi assegna qualche esercizio preliminare, tanto per testare il mio livello di preparazione.

Partiamo con gli squat col bilanciere.
Mi infilo sotto la barra, la appoggio sulle spalle, seguo le indicazioni per non rimetterci la schiena e vivere gobbo per il resto della mia vita.

L’istruttore approva. “Vai. Va bene così. Ora prova a farne tre serie.”
Finisco la prima serie come se nulla fosse. Fischietto e mi guardo intorno per pavoneggiarmi. Già sento i quadricipiti che crescono.
Inizio la seconda serie senza nemmeno aspettare tutto quel tempo di recupero. Sto sudando e un po’ di fatica inizia ad arrivare. Resisto. Non ci sono problemi, ce la posso fare.
L’istruttore si ferma al mio fianco, incrocia le braccia, aspetta che io posi il bilanciere. “Bene, magari ora puoi mettere i pesi e una serie con almeno 5kg la puoi fare, no?”

Continua…