Cazzate, Post

Cinque consigli per dimagrire

Alla mia veneranda età i primi segni di metabolismo calante iniziano a farsi notare. Ovviamente ho sempre sonno come prima, sono nervoso, burbero, scorbutico esattamente come prima, ma con la grossa differenza che adesso vedo i miei amici ingrassare.
Vedo pance che spuntano fuori, tartarughe che si trasformano in ranocchie e rotoli che escono dalle cinture. Vedo tutto questo e sento frasi del tipo “non riesco a dimagrire”.

Considerato anche il delicato momento prefestivo (mancano 2 mesi, ormai iniziamo a scartare i panettoni), direi che è giunto il momento di trovare una soluzione al problema.

Per questo motivo ho elaborato un infallibile metodo di dimagrimento che si articola di cinque punti fondamentali.

1- Alza il culo dal divano

In certi articoli su internet si parla dei sette minuti di esercizio quotidiano ad alta intensità come la panacea di tutta la svogliatezza del mondo. Ti fai sette minuti e tac, ti trasformi in He-man o in She-ra.

Magari con pettinature migliori.

E invece no. Non funziona così. I quei sette minuti al massimo puoi fare riscaldamento o romperti un tendine o fracassarti i menischi o strapparti ogni singola molliccia fibra muscolare con tutti quei salti e pesi sollevati a freddo.

2- Non mangiare

Il grasso è cibo. Senza cibo niente grasso. Mai viste su Dmax le puntate di quelli che vanno per 20 giorni nella foresta nudi e mangiano formiche? Ecco. Non serve andare nella foresta, non serve stare nudi (se ti fa piacere fallo) e non serve nemmeno mangiare formiche. Anzi, vietatissime la formiche che, boh, forse, sono piene di grassi.

L’unica dieta è quella del professor Birkermaier.

Tu mancia?

3- Non fare diete

La dieta di Panzironi, la dieta dell’acqua e del limone, dello zenzero e di tutte le vaccate che ti vengono in mente. Lascia perdere. Torna al punto 1 e poi al punto 2.

4- Alza il culo dal divano

Così, nel caso non fosse chiaro: alza il culo dal divano.

5- Ringrazia la tua fortuna per essere così grasso

Vuol dire che hai un sacco di schifezze da mangiare, sei nato per caso nella parte piena di cibo del mondo e non devi vivere nudo nella foresta mangiando formiche. Anzi, puoi persino divertirti e giocare a farlo.
Dopo aver ringraziato, torna al punto 1 e poi al punto 2.



Geniocrazia, il nuovo romanzo edito da Fucine Editoriali

Clicca qui per saperne di più!






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *