Pensieri, Post

Quando la tua vita è un Super Tele

Avresti sempre voluto controllare la tua vita e indirizzarla dove volevi. Avevi progettato di essere qualcosa o qualcuno e fare cose incredibili che ti avrebbero reso felice. Eri certo che avresti incontrato la persona giusta che avrebbe reso tutto più bello.

Pensavi di spedire la tua vita esattamente dove volevi come un bel tiro nell’angolino. Avevi già in mente il tuo futuro, la realizzazione dei tuoi obbiettivi, tutto quello che desideravi lo avresti ottenuto.

Ti sei allenato, hai sudato tanto, hai fatto prove e hai studiato. Hai dribblato tutti gli avversari che c’erano, evitato persino le buche del campo. Niente sembrava poterti fermare.

E poi ti sei trovato lì, a due passi dalla porta. Pronto. Era il tuo momento.

Ma la vita a volte non è il pallone che pensavi di avere tra i piedi. La vita più spesso è un Super Tele.

Si impenna, scende, rotola via, cambia direzione e una volta che si trova in balia degli aventi, non c’è più niente che tu possa fare. Il Super Tele è leggero, subisce il vento, rimbalza dove non sai, prende il giro, poi lo perde e torna dritto.

Puoi solo sperare che non vada troppo fuori dal bersaglio, che non si buchi né si sgonfi (e il Super Tele non aveva per niente la pelle dura) o che non torni indietro per un improvviso colpo di vento.

Puoi persino pregare che arrivi abbastanza lontano, perché lo sai che con quel pallone lì bastava la resistenza dell’aria per fermarlo a metà strada.

Non provare a forzare. Più spingi e più la traiettoria diventa imprevedibile. Il Super Tele va spinto con delicatezza, va appoggiato sperando che vada tutto liscio. Comunque, nessuna garanzia nemmeno toccandolo piano.

E quindi ci ritroviamo ancora tutti lì a osservare quella traiettoria assurda che il nostro Super Tele ha preso. Non sapremo dove andrà a finire, se finirà in un cespuglio di rose, in porta, fra le braccia del portiere o nel giardino del vicino. Forse non era nemmeno il caso di disturbarsi tanto per prendere la mira e pensare a dove avremmo dovuto tirare quel pallone.

A volte è meglio semplicemente fare qualcosa e non restare fermi ad aspettare. Al resto ci pensa il Super Tele della nostra vita.



Geniocrazia, il nuovo romanzo edito da Fucine Editoriali

Clicca qui per saperne di più!






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *